Si chiama Stefano Binda l’uomo arrestato questa mattina per l’omicidio di Lidia Macchi, la studentessa trovata morta in un bosco di Cittiglio (Va) nel gennaio del 1987. Era un compagno di liceo della ragazza. Un caso arriva a quella che potrebbe essere la svolta decisiva quasi 30 anni dopo i fatti. Stefano Binda, secondo le indagini, prima di uccidere avrebbe anche violentato la giovane perché sarebbe stato convinto che lei si era concessa e che non avrebbe dovuto farlo per il suo “credo religioso” (la ragazza era di Comunione e Liberazione).

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.