Nel 2016 i bus notturni continueranno ad essere in servizio 7 giorni su 7, come nel semestre Expo e come in questi ultimi due mesi del 2015.
“I mezzi pubblici attivi tutti i giorni e 24 ore su 24 – commenta l’assessore alla Mobilità e Ambiente Pierfrancesco Maran – sono una delle eredità di Expo per tutti i cittadini, così come il prolungamento dell’orario di un’ora del servizio di BikeMi -. Milano è sempre più una città da vivere e da scoprire e vogliamo che tutti possano farlo in maniera sostenibile anche di notte”.
Il servizio inaugurato nel settembre 2011, ha trasportato da allora oltre 3,5 milioni di passeggeri. E’ il sabato il giorno in cui si registra il maggior numero di utenti a bordo delle 15 linee disponibili, con il picco massimo di 18.700 passeggeri registrato il 25 ottobre scorso, in concomitanza di un grande evento musicale in piazza Duomo.
Gli ultimi rilievi di Amat parlano di una media di 55 passeggeri per corsa, oltre il 100% rispetto al 2013 quando la media era di 24,5. Le linee più utilizzate, dal lunedì alla domenica, sono la 90, la 91, la NM1, NM2 e la NM3.

Commenti FB
Articolo precedenteLa Filarmonica della Scala ricorda Boulez
Articolo successivoPanchine Expo installate nel Giardino delle culture in via Morosini
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.