“Molto bene il calo dei reati che emerge dai dati della Questura. Continua il trend di diminuzione già registrato negli scorsi anni e che riguarda anche i reati di strada, gli scippi e i furti in appartamento – dichiara Marco Granelli assessore alla Sicurezza e Coesione sociale a commento del bilancio sulla sicurezza fatto oggi dal Questore Savina. – Ringrazio le Forze di Polizia che in un anno così particolare per Milano hanno presidiato con attenzione tutta la città. I numerosi controlli e la forte collaborazione fra istituzioni, Forze dell’Ordine, magistratura sono potenti alleati contro la criminalità. Nel 2015 Polizia locale ha partecipato a 597 operazioni interforze per il controllo del territorio con Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza che si sono svolte in tutti i quartieri della città. Molto lavoro deve essere fatto per migliorare ancora di più la sicurezza dei cittadini a Milano. Per questo il dispositivo messo a punto in città durante il semestre Expo prosegue e abbiamo appena investito 700 mila euro per consentire più ore di straordinari agli agenti di Polizia Locale, 650 mila euro per le Forze di Polizia e prolungato l’assunzione di 36 agenti che erano stati assunti per l’esposizione internazionale”.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedenteSmog e blocchi, ancora polemiche tra Milano e la Regione
Articolo successivoMiTo Settembre Musica
Luca Levati
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.