NOA torna al Festival di Villa Arconati-FAR,  a Castellazzo di Bollate, a 16 anni di distanza dall’ultima volta, con la sua band, mercoledì 11 luglio, per una serata importante, a sostegno di un progetto speciale di EMERGENCY.
Nata in Israele da genitori yemeniti, trascorre l’infanzia negli Stati Uniti. A 17 anni, a causa di una profonda crisi di identità, decide di visitare il paese natale e, proprio durante il viaggio in Israele, conosce un giovane laureando in medicina, l’attuale marito, per amore del quale si trasferisce definitivamente a Tel Aviv: il prezzo da pagare sarà l’assolvimento dei due anni di leva, obbligatoria in Israele.
Sotto le armi NOA comincia a cantare in pubblico e, in seguito, decide di iscriversi alla “Rimon School”, fondata dal chitarrista Gil Dor, per perfezionare le sue conoscenze di pianoforte e chitarra. Sarà proprio Gil Dor a notare le sue straordinarie capacità vocali per poi introdurla a Pat Metheny.
NOA, nel tempo, è diventata una presenza preziosa sui palchi internazionali, sui quali ha sempre portato la sua testimonianza e impegno per la pace e i diritti. Le sue canzoni sono fortemente influenzate dal contesto israeliano: i dolori causati da guerra e terrorismo, le speranze e la voglia di pace nella sua terra.
Amante dell’Italia, NOA è diventata quest’anno Commendatore della Repubblica Italiana: riceverà il conferimento il 30 agosto 2018 dal Presidente Mattarella, con cerimonia ufficiale al Quirinale.
Per l’occasione presenterà al Festival di Villa Arconati, in anteprima, un live basato sul suo prossimo album, “Letters to Bach”, in uscita a ottobre, in cui eseguirà alcuni brani musicali di Bach con testi da lei composti. Oltre che dal suo grande mentore, il chitarrista GIL DOR, NOA sarà accompagnata da ADAM BEN EZRA al contrabbasso e GADI SERI alle percussioni.
Il Concerto è dedicato alla solidarietà e si colloca all’interno della rassegna “Posto Giusto” dell’Assessorato alla Cultura e Pace del Comune di Bollate: per ogni biglietto acquistato per il concerto di Noa, sarà devoluto € 1 al “Centro medico chirurgico e al potenziamento del Centro di Maternità” di EMERGENCY ad Anabah, in Afghanistan.
EMERGENCY è arrivata ad Anabah – nella valle del Panshir, in Afghanistan – nel 1999, avviando un Centro medico – chirurgico per offrire cure gratuite alle vittime della guerra e delle mine antiuomo. Nel corso degli anni, il Centro chirurgico è diventato un vero e proprio ospedale generale: alla chirurgia di guerra si sono aggiunte la chirurgia d’urgenza, la chirurgia generale, la traumatologia, la medicina interna e la pediatria.
Dal 2003, il complesso del Centro medico-chirurgico di Anabah ospita anche il Centro di maternità, l’unico specializzato e gratuito disponibile nella regione, che offre assistenza ginecologica, ostetrica e neonatale e un servizio di assistenza prenatale e, nel 2016 è diventato il nuovo Centro di maternità, che ospita quattro sale parto, due sale operatorie, una terapia intensiva e una sub-intensiva neonatali, una terapia intensiva per le donne che hanno avuto complicazioni durante il parto, un ambulatorio, un reparto di ginecologia, un’area per i follow-up e una per il travaglio. A oggi i medici di EMERGENCY hanno visitato oltre 274.000 donne e fatto nascere oltre 46.000 bambini.
Il progetto sarà presentato nel Museo di Villa Arconati, Mercoledì 11 luglio (stesso giorno del concerto) alle 18.15, alla presenza dell’artista, di Rossella Miccio (Presidente di EMERGENCY), di Lucia Albrizio, (Assessore alla Cultura e Pace del Comune di Bollate) e di Sonia Corain (Responsabile della Comunicazione della Fondazione Augusto Rancilio di Villa Arconati).

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.