Milan, Li non riesce a vendere

Li Yonghong non riesce a vendere il Milan. L’estremo tentativo di vendita è fallito. La società è destinata così a finire nelle mani del fondo Elliot, creditore nei confronti del quale il cinese è inadempiente da venerdì. Rifiutata l’offerta di Rocco Commisso, nelle ultime ore Li avrebbe trattato senza successo con il russo Dmitrij Rybolovlev. Ora Elliott avvierà l’iter per l’escussione: a quanto si apprende, si prevedono tempi brevi per il passaggio al fondo del Milan, messo in pegno da Li quando ad aprile 2017 ha ottenuto il prestito da 303 milioni. Ora Elliott può avviare l’iter per l’escussione, convocando l’assemblea e prendendo il controllo prima della Rossoneri Sport Investment Lux, società veicolo basata in Lussemburgo con cui il cinese ha rilevato il Milan, e successivamente del club. Tutto, a quanto si apprende, può avvenire in tempi brevi, forse anche nel giro di 48-72 ore. Non è escluso che il fondo proceda con la sostituzione del management del Milan, mentre è da capire con quali tempi e a quali condizioni metterà la squadra sul mercato. Secondo alcune indiscrezioni, Elliott avrebbe già avviato dietro le quinte trattative con una serie di soggetti, diversi da quelli che si sono rivolti a Li.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.