Le fiamme gialle hanno scoperto un’evasione fiscale nel settore dell’edilizia pari a circa 20 milioni di euro. I militari hanno denunciato un uomo di 66 anni di Iseo che avrebbe utilizzato tre società, operanti nel Basso-Sebino ma con sedi fittizie a Milano, non dichiarando redditi e utilizzando falsi crediti Iva per incassare oltre 3 milioni di euro. La maxi evasione sarebbe stata commessa tra il 2012 e il 2015. L’uomo è accusato di dichiarazione infedele, illecite compensazioni e occultamento di documentazione contabile. A indagare è stata la GdF di Pisogne (Bs). L’inchiesta è partita da una segnalazione per movimentazioni di denaro sospette con la Repubblica di San Marino.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.