Sana, arrestato anche il promesso sposo

172

Nuovi sviluppi dell’indagine sulla morte di San Cheema la 25 enne di origini pakistane cresciuta a Brescia e uccisa in Pakistan lo scorso 18 aprile. Dopo l’arresto del padre, il fratello e lo zio, sono finiti in carcere anche due cugini. Uno è il promesso sposo che lei ha rifiutato. Indagati e arrestati, i due giovani stavano lasciando il Pakistan. Le autorità di Islamabad li hanno bloccati all’aeroporto della capitale mentre stavano per imbarcarsi su di un volo diretto a Istanbul, in Turchia.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.