Dopo il Tour che ha registrato sold out praticamente ovunque nel 2017, la Leggenda mondiale della batteria STEVE GADD torna in Italia con la sua band, per 8 date con partenza da Milano.

STEVE GADD BAND – In Italy 2018

Domenica 8 APRILE @ Teatro Ciak – MILANO

Lunedì 9 APRILE @ Teatro Giuseppe Verdi – PORDENONE

Martedì 10 APRILE @ Circolo San Lazzaro – San Lazzaro di Savena (BOLOGNA)

Mercoledì 11 APRILE @ Modo Ristorante – SALERNO

Giovedì 12 APRILE @ Showville – BARI

Venerdì 13 APRILE @ Osteria Nuova Crossroads – ROMA

Sabato 14 APRILE @ Druso Club – Ranica (BERGAMO)

Domenica 15 APRILE @ La Lavanderia a Vapore – Collegno (TORINO)

Prevendite per il concerto di Milano disponibili sul circuito Ticketone.

Prezzo: 60 € primo settore – 45 € secondo settore + diritti di prevendita

L’attuale line up della Steve Gadd Band:

Steve Gadd – batteria

Kevin Hays – tastiere

Jimmy Johnson – basso

Michael Landau – chitarra

Walt Fowler – tromba

 

Fra più influenti batteristi di tutti i tempi, centinaia di collaborazioni all’attivo negli studi e sui palchi più importanti del mondo con artisti di fama internazionale quali Paul McCartney, Joe Cocker, Eric Clapton, Jim Croce, Frank Sinatra, Al Jarreau, James Taylor, Paul Simon, Ray Charles, Al Di Meola, Pino Daniele, James Brown, Barbara Streisand & Barry Gibb, Chick Corea, James Taylor, Peter Gabriel… e la lista è ancora lunga… Steve Gadd in questa occasione ci delizierà con l’inconfondibile stile groove che caratterizza il suo celebre batterismo, con quel senso del tempo metronomico, la sua battuta ritmica secca e pulita e un controllo delle dinamiche fuori dal comune. Raffinatezza e gusto abbinati ad una tecnica mozzafiato, lo hanno eletto ad uno dei session man più richiesti e pagati della storia! Sarà accompagnato sul palco da una super band, per soddisfare musicisti e appassionati di musica a 360°.

Nella SGB spiccano infatti i nomi di Michael Landau alla chitarra (protagonista di grandissime collaborazioni con Michael Bolton, Jennifer Lopez, Eros Ramazzotti, Andrea Bocelli e Vasco Rossi) e Walt Fowler, lo storico trombettista di Frank Zappa, orchestratore di fiducia di Hans Zimmer e compositore delle più famose colonne sonore come “Interstellar”, “I Pirati dei Caraibi”, “Il Codice Da Vinci”, “Il Gladiatore” e “Amazing Spiderman”.

Gadd, classe 1945, newyorkese di nascita, batterista del mondo intero d’adozione, è un vero talento raro. Ha iniziato a suonare a soli 3 anni, grazie allo zio Eddie, batterista dell’esercito americano, e a 11 anni già si esibiva al fianco del celeberrimo trombettista Dizzy Gillespie! Passato anch’egli dalla banda principale della US Army e perfino dal Mickey Mouse Show, Steve ha suonato e suona rock, pop, jazz e tutto quello che ci sta in mezzo: per lui il drumming è da sempre un istinto naturale, come bere un bicchiere di acqua fresca! È endorser eterno Zildjian, Vic Firth (con le sue famose bacchette nere) e Yamaha (è con loro dal lontano 1976, e in pochi sanno che è proprio Steve, tramite Yamaha, l’ideatore e creatore dei famosi timpani sospesi per batteria, come alternativa a quelli poggiati su gambe di metallo) e si dice che sia stato proprio lui ad inventare il “disco beat”! Tra le sue maggiori influenze annovera Gene Krupa, Buddy Rich, Billy Cobham e John Bonham!

È abbastanza elevata la probabilità che, ascoltando uno dei dischi di maggior successo degli anni ‘70 e ‘80, ci si ritrovi ad ascoltare la batteria di Steve Gadd, col suo stile inconfondibile. È stato anche il pioniere dei video didattici, nel 1984, con “Steve Gadd Up Close” prodotto dalla DCI Music, un enorme successo planetario in homevideo!

Ha anche diversi rullanti firmati (in acero, betulla, acciaio) ma il suo snare più famoso (che è possibile ascoltare nel brano “50 Ways To Leave Your Lover” per cui è stato lodato senza sosta dal suo autore, Paul Simon) è il mitico Ludwig Supraphonicchissà se lo avrà con sé per il concerto di Milano!

In ogni caso vorrete mica perdere questa occasione irresistibile di poter vedere Steve Gadd in azione, da vicino, nel suo habitat naturale?

Non è tutto!

Il GGM Studios, Official Toto Italian WEBSite, sponsor della serata, e studio sempre attivo nel panorama musicale internazionale (non solo per quanto concerne la storica band californiana, ma anche nel saper rivolgere uno sguardo significativo ad altre situazioni che meritassero particolare attenzione), in occasione del concerto milanese consegnerà proprio a Steve Gadd il GGM AWARD targato 2018! L’idea del GGM è quella di istituire un qualcosa che potesse rimanere nel tempo, un vero punto di riferimento per il fanclub, un evento annuale che sapesse portare nuove emozioni legate al campo musicale. Questo premio ogni anno viene assegnato ad un talento influente nel mondo musicale, che si sia contraddistinto per particolari meriti o per motivi legati alla sua esemplare carriera artistica. Tra i premiati, dopo il varo del GGM Award con gli amati Toto nel 2004, ci sono stati tra gli altri Dream Theater (2006), Christopher Cross (2011), Deep Purple (2013) e Jim Peterik (2015)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.