Scala, via alla stagione. Centri sociali organizzano sfilata popolare

317

Il Teatro alla Scala inaugura la stagione con l’Andrea Chénier diretto da Riccardo Chailly per la regia di Mario Martone.

Assenti le più alte cariche dello Stato, il pubblico si è alzato in piedi prima dell’inizio dell’opera quando l’orchestra ha suonato l’inno di Mameli. Sul palco reale il sindaco Beppe Sala, il presidente della Regione Roberto Formigoni, i ministri Dario Franceschini, Claudio De Vincenti e Pier Carlo Padoan. “Ogni 7 dicembre tutto il mondo guarda Milano, tutti i riflettori sono accesi su Milano” ha detto il ministro della Cultura Franceschini.

La risposta dei centri sociali è stata una sfilata “popolare” nella piazza tra il teatro e Palazzo Marino. La Prima è stata un’occasione per cercare di riportare l’attenzione sui problemi della casa e del lavoro con uno stand di Spazio di Mutuo Soccorso, il gruppo di giovani legati al centro sociale Cantiere che si occupa di aiutare le fasce più deboli della popolazione soprattutto per quanto riguarda i temi abitativi. La contestazione si è svolta in modo del tutto pacifico. Dopo la sfilata i giovani hanno smontato lo stand e si sono allontanati dalla piazza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here