Resta in carcere il presunto killer della promoter

271

Arresto convalidato per Vito Clericò, l’uomo di 65 anni fermato con l’accusa di aver ucciso e nascosto il corpo decapitato di Marilena Rosa Re, promoter 58 enne di Castellanza. I due erano amici e vicini di casa. La donna gli aveva affidato, nel 2014, 90 mila euro. Secondo le indagini Marilena Rosa Re avrebbe chiesto indietro il denaro che l’uomo, nel frattempo, avrebbe speso. Il gip ha disposto per il presunto assassino la custodia cautelare in carcere. Clericò ha ammesso di aver seppellito nel suo orto il cadavere dell’amica ma nega di aversa uccisa e chiama in causa un’altra persona. Davanti al giudice, nel corso dell’interrogatorio di garanzia, Clericò non ha risposto alle domande. Secondo il suo avvocato “è spaventato per quello che sa”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here