Valtellina, domenica di salvataggi in quota

0
262

Il Soccorso Alpino è intervenuto ieri nel tardo pomeriggio sui monti sopra Delebio (SO)  per recuperare una ragazza di 26 anni di Musso (CO), scivolata per un centinaio di metri mentre si trovava lungo un sentiero, con un’altra persona, nella zona denominata “Tempietto degli Alpini”, a circa 600 metri di quota. È caduta in una zona caratterizzata dalla presenza di salti di roccia e ha riportato diverse ferite. La Centrale operativa ha inviato subito sul posto l’elisoccorso e le squadre della Stazione di Morbegno del Cnsas, il Soccorso Alpino. Otto i tecnici impegnati; le squadre sono state calate con il verricello. La ragazza è infine stata portata in ospedale.

Un altro intervento di soccorso nella zona del Pizzo Spadolazzo, a circa 2800 m di quota, questa volta in Valchiavenna, sempre in provincia di Sondrio. Un uomo impegnato in un’escursione con un gruppo di amici è scivolato lungo un costone per decine di metri riportando alcuni traumi importanti. L’allarme è stato lanciato tramite l’applicazione GeoResQ, l’app realizzata dal Soccorso Alpino in collaborazione con il CAI, che consente di inoltrare una richiesta d’aiuto fornendo automaticamente alla centrale le coordinate geografiche. Sul posto è giunto l’elisoccorso da Brescia, che ha trasportato il ferito all’ospedale di Sondrio. Pronte a partire anche le squadre territoriali della Stazione di Madesimo, VII Delegazione Valtellina – Valchiavenna.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO