L’aggressore della Centrale indagato per terrorismo internazionale

394

E’ indagato per terrorismo il giovane italo tunisino arrestato ieri per l’aggressione in stazione Centrale. La Procura di Milano ha aperto un fascicolo per fare tutti gli accertamenti e verificare l’eventuale rete di relazioni del ragazzo.

“Sono solo e abbandonato” ha detto Ismail Tommaso Hosni, 20 anni, dopo l’arresto. Nessuna parola invece sul perché della sua reazione violenta contro il poliziotto e i due militari che lo hanno fermato per chiedergli i documenti. Sul profilo Facebook di Ismail Hosni, madre italiana e padre tunisino, oscurato poco fa dalle autorità, c’erano video inneggianti all’Isis. Si stanno traducendo intanto le scritte in arabo che il giovane pubblicava o condivideva sulla sua bacheca. L’ultimo post con riferimenti all’Isis è di due giorni fa. Negli ultimi tempi il giovane viveva da “nomade”. Il suo ultimo rifugio era un furgone parcheggiato a Quarto Oggiaro, quartiere popolare e difficile di Milano. La mamma del ragazzo vive a Foggia e lui, ufficialmente, è residente in Puglia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here