I relitti dei migranti, Skira pubblica le foto di Stefano Benazzo

463

Attraverso potenti immagini di relitti scattate da decenni sulle coste del mondo e pubblicate in un nuovo prezioso volume di Skira, il fotografo italiano Stefano Benazzo fa rivivere i naviganti, ma anche gli emigranti e i migranti. Il dovere di memoria induce a conservare con gratitudine il ricordo delle tradizioni e del lavoro dei marinai di tutte le epoche e di tutti i paesi. I relitti sono una testimonianza emozionante di uomini che sono stati un elemento fondante della storia economica, sociale e marittima, ma anche del loro coraggio e delle loro sofferenze. Le immagini di Benazzo fissano per le generazioni future le sembianze delle imbarcazioni che gli elementi distruggono ogni giorno di più, che la lontananza impedisce di vedere di persona e che sono pressoché impossibili da portare nei musei. I suoi scatti inducono a scavare nel nostro intimo, facendo emergere quanto di ricco e variegato è in noi. E i suoi relitti paiono, nella fantasia dell’autore, miracolosamente ansiosi di ripartire, con perseveranza, per compiere la loro missione: esprimono speranza di salvezza e di vita. Un libro di grande forza espressiva che fa riflettere sul dramma dell’immigrazione quotidianamente sotto i nostri occhi e sul passare del tempo che inesorabilmente erode le cose.

SKIRA

WRECKS/RELITTI di Stefano Benazzo

Presentazione: giovedì 18 maggio alle ore 19.00

alla Libreria del Mare di Milano (Via Broletto 28)

Con l’autore interviene Roberto Mutti

INGRESSO LIBERO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here